Ricerca sui pianeti extrasolari.

La scoperta del transito del pianeta extrasolare HD 17156b

Articolo su Astronomy & Astrophisics

articolo su Sky & Telescope

traduzione dell'articolo

sito americano "Transitsearch"

sito americano "Systemic"

 

 

 

Ricerca di supernovae.
La ricerca di supernovae nel GAD è consistita, nella sua fase iniziale programmatica, nella selezione di galassie particolarmente adatte alla survey compiuta con i CCD e i mezzi a disposizione dei non professionisti. Per questo Claudio Lopresti, coordinatore del GAD, realizzò un catalogo di 4832 galassie (Catalogo GAD), ordinate per ascensione retta, comprese le 168 già selezionate da me in un primo tempo (1993): questo primo elenco ridotto e' stato molto fortunato, poiché fruttò ben tre supernove: la prima il 10 febbraio 1995 (GAD 160) in NGC 2962 ad opera del giapponese Reiki Kushida. La seconda in NGC 2441 (GAD 104), scoperta il 20 febbraio 1995 da Alessandro Gabrijelcic del GAD e la terza (GAD 168) in NGC 3021 scoperta da Stefano Pesci e Piero Mazza il 1 novembre 1995. Il primo Catalogo GAD fu pubblicato da "Nuovo Orione" nel numero 25 del giugno 1994, nella rubrica "Appunti di astrofotografia /CCD", prima delle scoperte, avvenute a partire dal febbraio 1995. Di questo primo elenco (da GAD 1 a GAD 168), 80 rispondono ai criteri generali con i quali e' stato selezionato il grande catalogo. A tutte le galassie selezionate e' stato, come nel precedente piccolo catalogo, attribuito un numero d'ordine: esso costituisce ora il nuovo catalogo del G.A.D. per la ricerca di supernovae con i CCD. Il catalogo contiene i dati relativi alle coordinate al 2000.0 di ascensione retta in ore, minuti e frazione di minuti, declinazione in gradi e primi, numero di catalogo GAD e di catalogo IC o NGC, dimensione degli oggetti, magnitudine, costellazione di appartenenza. I criteri di selezione tengono conto della visibilità astronomica per gli osservatori dell'emisfero boreale, fino ad una declinazione di -25 gradi, di dimensioni adatte per i più diffusi CCD amatoriali in circolazione, in abbinamento con telescopi attorno ai due metri di focale, o di minor focale. Un altro criterio di selezione è la magnitudine delle galassie. Si sono volutamente scartate, con poche eccezioni, tutte le galassie troppo luminose, la cui fenomenologia legata alla comparsa di supernove darebbe origine a oggetti di portata visuale.


Caratteristiche del Catalogo GAD.
- selezione da 13226 oggetti
- contiene 4832 galassie, di cui 168 costituivano il precedente piccolo catalogo GAD
. nelle precedenti 168 era già contenuta la galassia GAD 104 = NGC 2441, quella della prima supermova del GAD di Gabrijelcic

. le galassie sono state selezionate tenendo presenti le seguenti caratteristiche:

- declinazione superiore a -25 gradi
- magnitudine superiore a 13
. estensione < di 14 primi

- il catalogo è ordinato per A.R. e contiene numero di catalogo GAD, A.R., DEC, dimensioni in primi, magnitudine, costellazione di appartenenza, classificazione di altri cataloghi
- il catalogo esclude le galassie con eventuali supernove alla portata visuale e quelle troppo basse dalle latitudini europee.
Questo programma di ricerca di supernovae e' stato illustrato da Claudio Lopresti al III° Convegno GAD di Fanano nell'ottobre del 1995 e successivamente al Congresso Mondiale della International Union of Amateur Astronomers svoltosi a Lucerna nel giugno del 1996.

Scoperte di Supernovae nel GAD.
Ad oggi sono cinque le supernovae attribuibili ad operatori del GAD:
" SN1995E in NGC 2441 (GAD 104): Alessandro Gabrijelcic (GAD); 20 feb 1995; 28cm + CCD; magn. 15.0;
" SN 1996B in NGC 4357 (GAD 2716): Alessandro Gabrijelcic: (GAD) 16 gen1996: 28cm + CCD: magn. 18
" SN 1997B in IC 438 (GAD 1307): Alessandro Gabrijelcic: (GAD) gen1997: 28cm + CCD: magn. 18
" SN 2000bi in Abell 576-225 Matteo Santangelo (GAD) mar2000: 51cm + CCD: mag. R 18,4
" SN 2000dl in UGC 1191 Matteo Santangelo (GAD) 2000: 51cm + CCD

Statistiche su supernovae scoperte febbraio 1995 a gennaio 1997 da non
professionisti:

(Questi dati sono numericamente inconsistenti ai fini di una seria indagine
statistica e vengono qui forniti solo per curiosità):

Totale nel mondo: 12
Scoperte con CCD: 9 (su 12 - 75% nel mondo)
Comprese nel Catalogo GAD: 8 (su 12: 66% nel mondo - su 9: 90% con CCD)
(di cui 3 nel primo Catalogo GAD di 168 galassie)
Scoperte italiane: 5 (41,6% nel mondo)
Scoperte di membri del GAD: 3 (25% nel mondo . 33% con CCD)


7 aprile 2000: e' arrivata la conferma della scoperta della supernova SN2000bi !!!


La SN 2000 bi è stata scoperta il 22 Marzo 2000 e confermata il 7 ed 8 Aprile; il 10 Aprile è apparsa la comunicazione ufficiale della scoperta sulla IAU circular N.7398; sempre il 10 Aprile è apparsa anche una nota aggiuntiva di Santangelo sulla IAU circular N.7399; in seguito è stata riconfermata al telescopio 1.52 m di Loiano il 20 Aprile e al telescopio 1.82 m di Asiago il 26 Aprile; infine l'8 Maggio Santangelo pubblicava una ulteriore nota sulla IAU circular N.7416.
La SN 2000bi non è esplosa in una galassia del catalogo GAD, il che
non poteva essere, visto che il Catalogo GAD è stato volutamente costruito su galassie le cui eventuali supernove, sicuramente al di fuori della portata visuale, tuttavia al di sotto del range di magnitudine della SN2000bi; la supernova è esplosa invece in una galassia che fa parte del progetto MASS, che è incluso in un progetto di cooperazione tra GAD, PWG, SNP-SaIt, ILRA, IRAS sulle supernovae extragalattiche.



SN 2000 bi: Discovery frame, 22 Marzo 2000, riflettore da 0.51m di Monte Agliale Immagine dal POSS II R band


Il debutto del GAD nel Settore non professionisti della Società Astronomica Italiana, può considerarsi di tutto rispetto: oltre ai 55 asteroidi scoperti nell'ambito del programma di ricerca di Monte Agliale dai ricercatori dell'ILRA/GAD, M.M.M. SANTANGELO, il 22 Marzo 2000, ha scoperto una supernova (SN) di mag. R 18.4 nella galassia PGC20784 = A 576-225 nell'ammasso di galassie Abell 576 nella costellazione della Lince. La scoperta è stata effettuata col riflettore da 0.51 m. dell'osservatorio astronomico di Monte Agliale (Lucca) munito di sensore CCD ST6, nell'ambito di un progetto di ricerca denominato MASS (Monte Agliale Supernovae Search). Per le note leggi di Murphy dopo il 22 di Marzo all'osservatorio di Monte Agliale si sono avute ben 16 notti consecutive di cielo coperto e pioggia, finalmente il 7 Aprile Santangelo ha potuto confermare la presenza della suddetta supernova; per un eccesso di prudenza (poichè la SN si era indebolita fino a R=19.2) si è voluta riconfermare anche l'8 Aprile prima di dare la notizia al Central Bureau for Astronomical Telegrams, che ha pubblicato la scoperta nelle International Astronomical Union Circulars N.7398 e 7399 del 10 Aprile denominandola SN 2000bi.
Prima di effettuare il claim sulle IAU Circulars sono stati effettuati i seguenti controlli (su atlanti e cataloghi) che hanno dato tutti esito negativo:
esame del POSS II bande B, R, I
esame del POSS I E print ed O print
esame del Palomar Quick V Survey
esame di un frame profondo ripreso alcuni anni fa al riflettore da 1.52 m. di Loiano
ricerca sul GCVS (stelle variabili)
ricerca sull' NSV (stelle variabili sospette)
ricerca sull' LHS (stelle con elevato moto proprio)
ricerca sull'NLTT (stelle con elevato moto proprio)
Inoltre è da sottolineare che i frames ripresi al riflettore da 0.51 m di Monte Agliale sono stati tutti bias+dark subtracted e flat fielded mediante un "master" bias+dark (media di una decina di singoli bias+dark) e un "master" twilight sky flat field (media di alcuni singoli flats ottenuti all'alba); inoltre per ciascuna notte si è provveduto a creare un frame somma dei vari singoli frames di Abell 576; tutto ciò per massimizzare il rapporto segnale/rumore. Infine nel riprendere i frames di Abell 576 si è avuta cura di spostare leggermente il telescopio da un frame all'altro, in modo che uno stesso punto del cielo non giacesse sempre sullo stesso pixel.
La SN è stata osservata anche in ulteriori notti, tra cui anche una importante conferma definitiva (il 20 Aprile) col riflettore da 1.52 m. dell'osservatorio astronomico di Loiano (Università di Bologna); il resoconto delle misure effettuate sul frame preso a Loiano è riportato, unitamente ad una valutazione sulla curva di luce risultante, nella IAU Circular n. 7416 dell'8 Maggio 2000.
Una ulteriore importante conferma definitiva è stata ottenuta (il 26 Aprile) dal prof. R.Barbon col riflettore da 1.82 m. dell'osservatorio astrofisico di Asiago ( cima Ekar).
Il 17 Maggio 2000 M.M.M. Santangelo con l'ausilio di R. Gualandi ha ripreso un ulteriore frame di A576-225 col riflettore da 1.52 m. di Loiano, ma la presenza di SN 2000bi (ormai in chiara fase discendente) è dubbia.
Il Journal of Observations qui di seguito riportato riassume tutti i frames.

Data Telescopio + rivelatore N° di frames in cui c'è la SN
22 Marzo 2000 Monte Agliale 0.51 m. + ST6 3
07 Aprile 2000 Monte Agliale 0.51 m. + ST6 11
08 Aprile 2000 Monte Agliale 0.51 m. + ST6 5
15 Aprile 2000 Monte Agliale 0.51 m. + ST6 6
19 Aprile 2000 Monte Agliale 0.51 m. + ST6 5
20 Aprile 2000 Loiano 1.52 m. + BFOSC 1
25 Aprile 2000 Monte Agliale 0.51 m. + ST6 2
26 Aprile 2000 Asiago 1.82 m. + AFOSC 2
17 Maggio 2000 Loiano 1.52 m. + BFOSC 1 ?
Da una curva di luce preliminare, si evince che ad Aprile la SN 2000bi (tipo Ia ?) è diminuita di luminosità lentamente, al punto tale che sembrerebbe esserci la presenza di un piccolo plateau (simile a quello messo in evidenza nella curva di luce media in R di 22 SN di tipo Ia; Riess et al, 1997), presumibilmente terminato verso fine Aprile.

Bibliografia sulla galassia A576-225 (Hintzen et al) = PGC20784 = A576-1 (Melnick e Sargent):
A576-225
velocità radiale = +12177 km/s
fonte: Hintzen et al 1982, AJ 87, 165
strumento: spettrografo Medusa al riflettore da 2.3 m. dello Steward Observatory
mese ed anno in cui sono state effettuate le misure: Dicembre 1980.
A576-1
velocità radiale = +12743 km/s
fonte: Melnick e Sargent, 1977, ApJ 215, 401
strumento: spettrografo " image tube" al fuoco Cassegrain del riflettore da 5 m. di Monte Palomar.
PGC 20784
classe morfologica: E ?
fonte: L.E.D.A. database e catalogo PGC.
Ringraziamenti:
si ringraziano caldamente per avere concesso tempo osservativo e per la collaborazione:
prof. R. Barbon (astronomo specialista in SN) e gli assistenti notturni al riflettore da 1.82 m. dell' Osservatorio di Asiago, per i frames CCD ripresi il 26 Aprile, e per la gentilezza.
dr.A.De Blasi (assistente notturno al riflettore da 1.52 m. di Loiano) per avere ripreso il frame di conferma definitiva, per la gentilezza e per l'estrema determinazione nel voler riprendere la SN 2000bi nonostante il maltempo e i forti vincoli di schedula.
prof. B. Marano (direttore dell'osservatorio astronomico di Loiano)
dr.R. Gualandi (assistente notturno al riflettore da 1.52 m. di Loiano).
dr.A Guarnieri (astronomo a Loiano)
prof. C. Bartolini ( prof. di astronomia all'Università di Bologna).
SUPERNOVAE scoperte da ASTROFILI in ITALIA (in tutti i tempi)
Nome della SN Magnitudine SN Galassia Velocità radiale [km/s] Scopritore
2000 bi 18.4 A576-225 +12177 (oppure +12743) Santangelo
2000 M 16.5 NGC 6389 +3081 Migliardi
2000 C 15.5 NGC 2415 +3810 Foulkes; Migliardi
1999 gn 16.0 M 61 +1607 Dimai
1998 bu 13 M 96 +943 Villi
1997 B 16.5 IC 438 +3120 Gabrijelcic
1996 bk 14.5 NGC 5308 +2041 Mazza, Pesci
1996 ai 14.5 NGC 5005 +992 Bottari
1996 ae 16.5 NGC 5775 +1563 Vagnozzi, Piermarini, Russo
1996 B 17.5 NGC 4357 +4252 Gabrijelcic
1995 al 13 NGC 3021 +1506 Pesci, Mazza
1995 E 15 NGC 2441 +3590 Gabrijelcic
1994 W 13.5 NGC 4041 +1186 Cortini, Villi
1991 T 13 NGC 4527 +1727 Knight; Evans; Villi, Cortini; Johnson
1989 B 13 NGC 3627 +703 Evans; Manzini

Come si vede dalla tabella sopra, la SN 2000bi è la supernova con magnitudine apparente più debole, e di gran lunga più distante che sia mai stata scoperta da un astrofilo in Italia


SUPERNOVAE scoperte da ASTROFILI nel RESTO DEL MONDO (nel 2000) fino al 10 Aprile
Nome della SN Magnitudine SN Galassia Velocità radiale [km/s] Scopritore
2000 P 14.1 NGC 4965 +2265 Chassegne
2000 O 17.1 MCG +3-31-61 +7042 Puckett
2000 L 17.8 UGC 5520 +3315 Puckett
2000 K 18 o 16.6 ? MCG+9-19-191 +16000 ? Sala( Munich); Puckett, George
2000 J 19.5 UGC 8510 +14368 Puckett
2000 I 18.6 NGC 2958 +6639 Puckett
2000 H 17.3 IC 454 +3945 Armstrong; LOSS
2000 G 17.2 UGC 1773 +3600 Puckett
2000 D 16.2 UGC 1767 +5154 Boles
2000 B 16.5 NGC 2320 +5725 Antonini (France)

Da un confronto effettuato sui 2 principali database di Supernovae esistenti ( qui non riprodotti per ovvie ragioni di spazio) risulta che la SN 2000 bi è la sesta SN più distante che sia stata scoperta da un astrofilo in tutto il mondo e in tutti i tempi.
****************************
( N.B,: per volontà del titolare del sito dell'ILRA, da cui sono state tratte le immagini della SN2000bi e il testo riguardante la scoperta, prima di scaricare e riprodurre su altri siti o in altre forme quanto sopra, occorre chiedere l'autorizzazione preventiva del titolare del sito ILRA http://www.comune.lucca.it/ASS_VOL/ILRA/welcome.htm )
****************************

La situazione delle scoperte SN GAD è in continuo aggiornamento: a questo proposito ecco un estratto delle circolari IAU n. 7399 e 7398 prima della conferma ufficiale della scoperta della quarta supernova del GAD che è, come gia' detto, la più lontana mai scoperta da non professionisti in Italia: 620/640 milioni di anni luce di distanza:

2000bi
Circular No. 7399
Central Bureau for Astronomical Telegrams
INTERNATIONAL ASTRONOMICAL UNION
Mailstop 18, Smithsonian Astrophysical Observatory, Cambridge, MA 02138, U.S.A.
IAUSUBS@CFA.HARVARD.EDU or FAX 617-495-7231 (subscriptions)
BMARSDEN@CFA.HARVARD.EDU or DGREEN@CFA.HARVARD.EDU (science)
URL http://cfa-www.harvard.edu/iau/cbat.html ISSN 0081-0304
Phone 617-495-7244/7440/7444 (for emergency use only)

SUPERNOVA 2000bi IN ANONYMOUS GALAXY
Further to his report on IAUC 7398, M. M. M. Santangelo adds that SN 2000bi is slightly brighter than the faint star that lies a few arcsec north of the galaxy nucleus. SUPERNOVA 2000bi (Nel suo rapporto in IAUC 7398, M. M. M. Santangelo aggiunge che la SN 2000bi è leggermente più brillante della stella debole che giace pochi arcsec a nord del del nucleo della galassia).


Circular No. 7398
Central Bureau for Astronomical Telegrams
INTERNATIONAL ASTRONOMICAL UNION
Mailstop 18, Smithsonian Astrophysical Observatory, Cambridge, MA 02138, U.S.A.
IAUSUBS@CFA.HARVARD.EDU or FAX 617-495-7231 (subscriptions)
BMARSDEN@CFA.HARVARD.EDU or DGREEN@CFA.HARVARD.EDU (science)
URL http://cfa-www.harvard.edu/iau/cbat.html ISSN 0081-0304
Phone 617-495-7244/7440/7444 (for emergency use only)


SUPERNOVA 2000bi IN ANONYMOUS GALAXY
M. M. M. Santangelo, Lucca, Italy, reports his discovery with the Monte Agliale 0.51-m reflector, in the course of the Monte Agliale Supernovae Search, of an apparent supernova in a member galaxy of the Abell 576 cluster. SN 2000bi was found at R about 18.4 on three unfiltered frames taken on Mar. 22.90 UT, and confirmed on ten frames taken on Apr. 7.92 (R about 19.2) and 8.85 (R about 19.2); the limiting magnitude of all these frames is R about 20.0. The new object is located at R.A. = 7h21m33s.46, Decl. = +55o45'30".9 (equinox 2000.0), which is about 12" east and 4" north of the host galaxy nucleus. Inspection of first and second Palomar Sky Survey images and of the Palomar Quick-V survey, as well as a frame taken with the 1.52-m reflector of the Loiano Observatory some years ago, reveals nothing at the position of SN 2000bi.

Scoperta della Supernova SN 2000dl :
La quinta supernova del GAD la più lontana mai scoperta da non professionisti nel mondo: un miliardo di anni luce di distanza

Per ulteriori informazioni collegarsi anche con il sito ILRA
http://www.comune.lucca.it/ASS_VOL/ILRA/welcome.htm

__________________________________________________

Scoperte Asteroidi.

Numerose scoperte di asteroidi sono all'attivo dell'Associazione Astronomica Geminiano Montanari dal 1995 ad oggi; l'ultimo à stato scoperto sabato 6 Febbraio 1999: Paolo Negrelli, Fausto Manenti e Davide Calanca dell'Associazione Astronomica "G. Montanari", nel corso di un programma di survey su asteroidi e comete, hanno scoperto un oggetto sconosciuto di mag.= 19 nella costellazione del Leone. Il sospetto asteroide è poi stato ripreso nella notte successiva e i dati astrometrici sono stati inviati al Minor Planet Center di Cambridge, Ma (USA). Al nuovo asteroide è poi stata assegnata la sigla provvisoria 1999 CB1.
________________________________________

Nell'ambito del progetto M.A.S.A.S. (Monte Agliale Supernovae and Asteroids Survey) che il personale dell'I.L.R.A. (Istituto Lucchese per la Ricerca Astronomica) effettua fin dall'Ottobre 1998 con un telescopio da 51 cm, sono stati scoperti 54 nuovi pianetini appartenenti alla fascia principale degli asteroidi (main belters).
Dall' Ottobre 1998 utilizzando il telescopio riflettore da 51 cm di apertura dell'Osservatorio Astronomico di Monte Agliale munito di CCD ST6, M.M.M. Santangelo ha iniziato a lavorare su un progetto di ricerca denominato M.A.S.A.S. = Monte Agliale Supernovae and Asteroids Survey; tale progetto consiste sostanzialmente nella ricerca di supernovae extragalattiche a bassa latitudine eclitticale, in modo tale da ottenere come possibile sottoprodotto della ricerca la eventuale scoperta di nuovi asteroidi e la loro successiva astrometria CCD.
Le misure astrometriche sono state effettuate mediante il software denominato Astrometrica usando come cataloghi di riferimento l'USNO A2.0 e l'USNO A1.0; per i calcoli delle orbite e delle effemeridi preliminari sono stati utilizzati il software Findorb e il Minor Planet Ephemerides Generator (quest'ultimo disponibile solo on-line su Internet).

Lista degli asteroidi scoperti dal personale dell'I.L.R.A. (GAD - PWG - SNP SAIt)
all'OSSERVATORIO ASTRONOMICO di Monte Agliale
aggiornata al 01-Dicembre 1999
Designation Scopritore Data scoperta Magn.R Costellazione Note

1998 WK1 S. Donati 16 Novembre 1998 18 PSC
1998 WL9 Mazzoni & Ziboli 28 Novembre 1998 18.0 TAU
1999 AK25 S. Donati 15 Gennaio 1999 18 CNC
1999 AL25 S. Donati 15 Gennaio 1999 18 CNC
1999 AM25 S. Donati 15 Gennaio 1999 18 CNC
1999 BB26 Donati & Santangelo 21 Gennaio 1999 17.8 CNC
1999 BH8 S. Donati 21 Gennaio 1999 18 CNC
1999 BH12 Santangelo & Cavalletti 23 Gennaio 1999 18 CNC
1999 BJ12 M.M.M. Santangelo 23 Gennaio 1999 18 CNC
1999 BK33 M.M.M. Santangelo 27 Gennaio 1999 19 CNC
1999 CX4 S. Donati 8 Febbraio 1999 18 CNC
1999 CG82 E. Mazzoni 13 Febbraio 1999 19.5 CNC
1999 CF82 S. Donati 15 Febbraio 1999 18 CNC
1999 DE7 S. Donati 23 Febbbraio 1999 18 CNC
1999 EK3 M.M.M. Santangelo 14 Marzo 1999 15.9 VIR
1999 ET4 M.M.M. Santangelo 14 Marzo 1999 18.3 VIR
1999 FU19 M.M.M. Santangelo 24 Marzo 1999 17.9 VIR Nota1
1999 FT19 M.M.M. Santangelo 24 Marzo 1999 18.4 VIR Nota1
1999 FQ21 M.M.M. Santangelo 24 Marzo 1999 18.2 VIR Nota2
1999 FR21 M.M.M. Santangelo 24 Marzo 1999 18 VIR Nota2
1999 FT21 M.M.M. Santangelo 24 Marzo 1999 18.7 VIR Nota2
1999 FU21 M.M.M. Santangelo 24 Marzo 1999 18.6 VIR Nota2
1999 JD M. Ziboli 2 Maggio 1999 18.2 LEO
1999 PL M.M.M. Santangelo 6 Agosto 1999 18.3 PEG
1999 QE S. Donati 17 Agosto 1999 17.7 AQR
1999 RY32 S. Donati 9 Settembre 1999 17.5 PSC
1999 RJ44 M.M.M.Santangelo 11 Settembre 1999 18.0 CET
1999 RF37 M.M.M.Santangelo 12 Settembre 1999 18.3 CET
1999 RD176 M.M.M.Santangelo 15 Settembre 1999 18.0 CET
1999 SX9 M.M.M.Santangelo 23 Settembre 1999 18.0 CET
1999 SX4 M.M.M.Santangelo 28 Settembre 1999 17.1 CET
1999 TH6 M.M.M.Santangelo 2 Ottobre 1999 18.2 CET
1999 TP10 M.M.M.Santangelo 2 Ottobre 1999 17.4 CET
1999 TP17 M.M.M.Santangelo 2 Ottobre 1999 18.2 CET
1999 TK7 S. Donati 7 Ottobre 1999 18 PSC
1999 TD11 S. Donati 7 Ottobre 1999 18 PSC
1999 TY6 S. Donati 8 Ottobre 1999 18 PSC
1999 TY12 M.M.M.Santangelo 10 Ottobre 1999 17.5 CET
1999 TC15 M.M.M.Santangelo 10 Ottobre 1999 18.9 CET
1999 TG16 S. Donati 11 Ottobre 1999 17 PSC
1999 TU18 S. Donati 14 Ottobre 1999 15.5 PSC
1999 VZ2 S. Donati Novembre 1999 15.5 ARI
1999 VR11 M.M.M.Santangelo 5 Novembre 1999 18.0 ARI
1999 VX20 M. Ziboli Novembre 1999 17.8 ARI
1999 WR2 M.M.M.Santangelo 26 Novembre 1999 17.5 TAU
1999 WZ7 M. Ziboli Novembre 1999 19.1 ARI
1999 WL8 S. Donati 29 Novembre 1999 ARI
1999 WM8 S. Donati 29 Novembre 1999 ARI
1999 WN8 S. Donati 29 Novembre 1999 ARI



Scoperta della COMETA C/2000 H2 (SOHO)
Roberto Gorelli (ARA - GAD) è CO-scopritore della cometa C/2000 H2 (SOHO)
La circolare MPEC con la quale è stata confermata la scoperta è:
MPEC 2000-J5 :Comet C/2000 H2 (SOHO) http://cfa-www.harvard.edu/mpec/K00/K00J05.html

La scoperta è avvenuta analizzando immagine prese dalla sonda SOHO.


Estratto dalla circolare MPEC:

M.P.E.C. 2000-J05 Issued 2000 May 1, 19:15 UT

The Minor Planet Electronic Circulars contain information on unusual
minor planets and routine data on comets. They are published
on behalf of Commission 20 of the International Astronomical Union by the
Minor Planet Center, Smithsonian Astrophysical Observatory,
Cambridge, MA 02138, U.S.A.

Prepared using the Tamkin Foundation Computer Network

BMARSDEN@CFA.HARVARD.EDU or GWILLIAMS@CFA.HARVARD.EDU
URL http://cfa-www.harvard.edu/iau/mpc.html ISSN 1523-6714

COMET C/2000 H2 (SOHO)


Observer details:
249 SOHO. SOHO-LASCO coronagraphs C3 and C2. Comet reported by T. Lovejoy,
M. Boschat, M. Oates and R. Gorelli, measurements by D. A. Biesecker and
D. Hammer, reduction by B. G. Marsden.

Orbital elements:
C/2000 H2 (SOHO)
T 2000 Apr. 30.19 TT Marsden
q 0.0055 (2000.0) P Q
Peri. 82.11 +0.17832 -0.98352
Node 2.94 -0.96003 -0.18058
e 1.0 Incl. 144.17 +0.21575 +0.00934
From 59 observations 2000 Apr. 28-30.

Brian G. Marsden (C) Copyright 2000 MPC M.P.E.C. 2000-J05


inviare al GAD le ricerche e le scoperte per la pubblicazione su questa pagina


Digital Astronomy European Working Group

Corporated member of I.U.A.A.
Gruppo del SnP della SAIt

 

Mailing list del GAD: Astroccd --- e-mail GAD